Etichette

lunedì 24 agosto 2009

Rolex Explorer II ref 1655 "freccione"






































Gli amici Carlo Pergola e Antonello Niceta hanno redatto questo interessante articolo che ho il piacere di pubblicare sul mio blog.
Buona lettura
Stefano Mazzariol

Friends Carlo Pergola and Antonella Niceta have written up this interesting article which I have the pleasure of publishing on my blog.
I hope you enjoy it
Stefano Mazzariol



Prodotto dal 1971 fino al 1984 circa nella sola versione in acciaio, l'explorer II affianca la produzione dell'Explorer 1 ma con l'aggiunta dell'indicazione delle 24 ore sulla lunetta graduata esterna; novità importante per l'esploratore che lo utilizza al buio per l'identificazione temporale tra mattino e sera, per sapere ad esempio se si tratta delle 10 o delle 22. Nel mondo collezionistico verrà battezzato "freccione" per la dimensione della sfera delle 24 ore.
Il calibro utilizzato per tutta la produzione è il 1575 (il 5 finale indica la presenza della data) però sul ponte troveremo sempre inciso la referenza del calibro base 1570.


Produced from 1971 until about 1984 in a steel version only, the Explorer II accompanies the production of the Explorer I but with the addition of the 24 hour indicators on the graduated external face; an important innovation for the explorer who will use it in the dark to identify the time difference between morning or evening, to know for example if it is 10:00 or 22:00. In the collector’s world it will be nicknamed “the big arrow” due to the dimensions of the 24 hour hand.
The caliber used for the complete production is the 1575 (the trailing 5 indicates the presence of the date) however we still find the base caliber reference number 1570 engraved on the winding bridge.


Abbiamo identificato 5 versioni di realizzazione, con differenze di cassa e sfere tra le prime 2 serie e le successive e con differenze tra quadranti e ghiere nelle 5 versioni prodotte.

We have identified 5 different versions that were created, with differences between the case and hands between the first two series and the successive ones and with the difference between dials and bezels in all 5 versions produced.


Le prime 2 serie prodotte tra il 1971 e il 1977, hanno come caratteristica dei primi 3 anni circa di produzione, la sfera dei secondi senza pallino luminoso detta "straight hand " e una cassa con spallette di protezione della corona più sottili (quasi "cornino").
Il quadrante riporta la scritta "T SWISS T".
Ci sono delle leggere differenze grafiche tra il primo e il secondo batch, in particolar modo sulla corona a ore 12.
La sfera delle 24 ore nei primi 3 anni è generalmente rossa, come si evince dai cataloghi dell'epoca, ma oggi quasi tutti gli esemplari presentano una colorazione del "freccione" che per effetto del tempo varia tra l'arancio e il giallo o addirittura tende al bianco.
La prima lunetta (primi 2 anni circa) ha come caratteristica, una grafica spessa e decentrata verso l'interno (thick font top), mentre sulla seconda l'allineamento dei numeri è centrale (thick font centered).
Nei primi anni di produzione possiamo riscontrare abbinamenti di quadrante prima serie con lunetta seconda serie e viceversa quadranti di seconda produzione con lunetta prima serie.


The first two series produced between 1971 and 1977 as a characteristic of approximately the first 3 years of production, have a second hand with no luminous ball, called the “straight hand” and a case with thinner crown guards (almost “little horns”).
The dial contains the writing “T SWISS T”.
There are subtle graphical differences between the first and second batch, most specifically on the crown at 12 o’clock.
The 24 hour hand in the first 3 years is generally red, which is clear from catalogs from that era, but today nearly all examples have a discoloration of the “big arrow” that due to the effect of time vary from orange to yellow and at times even tends towards white.
The first dial (the first two years) features thick graphics which are slightly off-center towards the internal part of the rim (thick font top), while on the second, the alignment of the numbers is centered (thick font center).
During the first years of production we find combinations of dials from the first series with rims from the second and vice-versa with second production dials and first series rims.


Quadrante MK 1 con lunetta MK1

MK1 dial with MK1 bezel



Quadrante MK 1 con lunetta MK2

MK1 dial with MK2 bezel



Quadrante MK 2 con lunetta MK1

MK2 dial with MK1 bezel



Quadrante MK 2 con lunetta MK2

MK2 dial with MK2 bezel






A partire dal 1974 circa le spallette di protezione della corona di carica diventano più grosse e tozze in linea con le produzioni delle altre referenze Rolex. In contemporanea nasce una nuova produzione di quadrante con grafica più graziata e denominata "Rail dial" a sottolineare l'allineamento delle scritte inferiori della certificazione di cronometro, che creano un effetto di binario centrale tra le parole della prima e della seconda riga. Questo quadrante lo possiamo trovare su orologi tra il '74 e il '77 in attesa dei nuovi quadranti con vesti grafiche aggiornate (T SWISS<25T).
La lunetta nel '74/75 è sempre la seconda serie (thick font centered), mentre dal '77 sarà principalmente una terza serie con nuova grafica più sottile (thin font full).
La sfera dei secondi ha il pallino luminoso e la sfera delle 24 ore è arancione o rossa.

Starting in about 1974 the winding crown guards became larger and stubbier, in line with the production of the other Rolex references. At the same time a new production of dials is born with more stylish graphics, called the “Rail dial” which underscores the alignment of the lower writing of the chronometer certification, creating the effect of a central track between the words of the first and second line. We can find this dial on watches between ’74 and ’77 while waiting for the new dials adorned with the updated graphics (T SWISS<25T).
The bezel in the ‘74/’75 is always the second series (thick font centered), while from ’77 will be principally a third series with a new thinner graphic (thin font full). The second hand has a luminous ball and the 24 hour hand is now orange or red.





Quadrante MK 3 con lunetta MK2

MK3 dial with MK2 bezel



Tra il '77 e gli inizi del '78 vengono introdotte gradualmente delle modifiche prima alla lunetta e poi al quadrante. La lunetta diventa come già anticipato sopra, una terza serie con grafica più sottile (thin font full), il quadrante ha una corona più sottile e lunga, una grafica leggera e sopratutto la dicitura "T SWISS<25 T"ad indicare una percentuale di materiale radioattivo inferiore a 25 millicurie.

Between ’77 and the beginning of ’78 modifications to first the bezel and then the dial were gradually introduced. The bezel becomes as mentioned above, a third series with thinner graphics (thin font full), the dial has a thinner and longer crown, a soft graphic and above all the wording “T SWISS<25 T” to indicate the percentage of radioactive material less than 25 millicuries.

Quadrante MK 4 con lunetta MK3

MK4 dial with MK3 bezel




Nel '79 viene introdotto un nuovo quadrante che rimarrà fino a fine produzione del 1655; molto simile al MK4, ha una grafica con occhiello della corona più tondo, e una spaziatura diversa della scritta "T SWISS<25 T".
La lunetta è sempre una terza serie con grafica più sottile (thin font full).

In ’79 a new dial is introduced that will remain until the end of the production of the 1655; very similar to the MK4, it has a graphic with a rounder eye of the crown, and a different spacing for the writing “T SWISS<25 T”.
The bezel is still a third series with thinner graphics (thin font full).


Quadrante MK 5 con lunetta MK3

MK5 dial with MK3 bezel



Nei primi anni '80 la lunetta terza serie sarà sostituita da una quarta serie (thin font reduced) riconoscibile da una grafica più squadrata e caratteri diversi.

In the early ‘80s the third series bezel was substituted with a fourth series (thin font reduced) recognizable by a more squared graphic and different characters.

Quadrante MK 5 con lunetta MK4

MK5 dial with MK4 bezel




Riassunto dei MK dei quadranti:

Summary of the MK dials:

Mk 1 produzione Stern dal '71 al '73 (2,5 mil. 3,5 mil.) circa

MK1 Stern production from ’71 to ’73 (2.5 mil. 3.5 mil.) circa



Mk 2 produzione Stern dal '72 al '77 (2,9 mil. 5,5 mil) circa

MK2 Stern production from ’72 to ’77 (2,9 mil. 5,5 mil) circa



Mk 3 rail produzione Stern dal '74 al '77 (3,5 mil. 5,5 mil.)

Mk 3 rail Stern production from '74 to '77 (3,5 mil. 5,5 mil.)









Mk 4 produzione Stern dal '77 al '80 (5,5 mil. - 6,5 mil. circa)

Mk 4 Stern produzione from '77 to '80 (5,5 mil. - 6,5 mil.) circa



Mk5 produzione Stern dal '79 (6 mil. 8,4 mil.) circa a fine produzione

Mk5 Stern production from '79 (6 mil. 8,4 mil.) circa until end of production



Mk6 fornitura trizio (gli ultimi anche in luminova ma con dicitura trizio), produzione Beyeler

Mk6 tritium supplied (the last ones were also in luminova but with tritium writing),

Beyeler production





Mk7 fornitura luminova, produzione Beyeler marchiato Rolex writing)


Mk7 luminova supply, Beyeler production branded Rolex



A confronto in questo quadretto:

Comparison in this box






Per le lunette abbiamo identificato 4 versioni più una di fornitura post-produzione:
1 "thick font top", con quadranti Mk1 e Mk2 dal 1971 al 1973 circa. I font sono molto pronunciati con allineamento decentrato all'interno (verso il quadrante).
2 "thick font centered", con quadranti Mk1, Mk2, Mk3 dal 1973 al 1977 circa. I font sono molto pronunciati con allineamento centrato.
3 "thin font full", dal 1977 ai primi anni '80 circa, principalmente con quadranti Mk4. I font sono meno pronunciati.
4 "thin font reduced", dai primi anni '80 a fine produzione, principalmente con quadranti Mk5. Il font è leggermente più squadrato riconoscibile anche dalla gambetta del numero 1 più lunga.
- fornitura post produzione. Il font è lo stesso della quarta serie ma con numeri più allungati.


For the bezels we have identified 4 versions plus an after-market supplied one:
1 “thick font top”, with dials MK1 and MK2 from 1971 to 1973 circa. The fonts are very pronounced with off-center internal alignment (towards the dial)
2 “thick font centered”, with dials MK1, MK2, MK3 from 1973 to 1977 circa. The fonts are very pronounced with centered alignment.
3 “thin font full”, from 1977 to the early 80’s circa, mainly with MK4 dials. The fonts are less pronounced.
4 “thin font reduced”, from the early 80’s until the end of production, mainly with MK5 dials. The font is slightly more squared and is also recognizable by the slightly longer leg of the number 1
- after-market supplied. The font is the same as the fourth series but with longer numbers.




Anche sul datario ci sono differenze: nelle produzioni fino ai primi anni '80 vengono alloggiati datari a sfondo grigio e numero 3 squadrato; a fine produzione e in fornitura post produzione datari a fondo bianco e 3 tondeggiante, generalmente usati su altre referenze (date, datejust)

There are also differences on the date wheel: in the productions up until the early 80’s date wheels with a gray background and a squared number 3 were housed; at the end of the production and in after-market supply date wheels with a white background and rounded 3 are seen, generally used for other references (date, datejust)



A confronto le spallette di protezione della corona della prima serie di casse, più sottili (foto sopra) e della seconda serie con da seriali 3,5 milioni circa in poi (foto sotto)

Comparison of the crown guards from the first series of cases, thinner (upper photo) and that of the second series from serial numbers 3,5 million and above (lower photo)




Le incisioni di referenza e seriale tra le anse possono essere diverse a seconda del pantografo utilizzato. 3 sono le grafiche più utilizzate; nei primissimi modelli la grafica utilizzata è molto particolare e veniva utilizzata su altre referenze molti anni prima. Anche con seriali fino ai primi seriali 3 milioni l'incisione è molto differente dalle successive produzioni che hanno i caratteristici "5" tipici di quel periodo e spesso una decentratura dei numeri verso destra. Dai seriali sopra i 7 mil. cambia anche la dicitura da Registered Design a Original Rolex Design per effetto del brevetto scaduto.

The reference and serial number engravings between the lugs may be different depending on the pantograph used. 3 are the most used graphics; in the very early models the graphics used were very particular and were used on other references many years before. Even with serial numbers up to the early 3 millions, the engraving is very different from the successive productions that have the characteristic “5” typical of the time and often a slight offset of the numbers towards the right. From serial numbers above 7 million even the writing changes from Registered Design to Original Rolex Design due to the expired patent.




Le produzioni delle casse variano nel tempo: la seconda produzione (ma non sempre) ha un bordino parallelo al fondello che non è presente sulla prima serie

The production of the cases varied over time: the second production (not always) has a border which is parallel to the back that is not present on the first series.



Il fondello fino al 1972 aveva di norma la punzonatura del trimestre e anno di produzione, con una grafica diversa dalle produzioni successive.


The back until 1972 usually had a stamp of the trimester and year of production, with a different graphic from those of successive productions.




Il movimento è un 1575 GMT ma come di consuetudine sul ponte è marchiato 1570.

The movement is a 1575 GMT but as was the custom 1570 is stamped on the winding bridge.




Il bracciale nelle prime produzioni è a maglie ripiegate ref. 7836 con terminali 280 o 380, per lasciar posto dal 1974 in poi al nuovo bracciale a maglie piene ref.78360 terminali 580.

The bracelet in the early productions is folded link ref 7836 with 280 or 380 endings, being replaced from 1974 and on with the new full link bracelet ref. 78360 ending 580.





Rolex nel 1970 aveva già inserito nell'R20 la ref. 1655, anche se i primi prodotti si sono visti fino ad oggi a partire dal 1971 con seriali 2,6 mil.

In 1970 Rolex had already inserted in the R20 the ref. 1655 even if up until today, the first products have been seen to start from 1971 with serial numbers 2.6 million.



R20 del 1997

The 1997 R20



Il libretto di istruzioni in inglese

The English instruction manual











Cataloghi:

Catalogs:















Macro

















Stefano Mazzariol




6 commenti:

  1. Great work, Stefano!

    RispondiElimina
  2. sono un apassionato di orologi e le spiegazioni che lei ha dato del rolex xsplorer ii sono molto istruttive, complimenti grazie Riccardo Padova

    RispondiElimina
  3. Complimenti Stefano! Guida notevole!

    RispondiElimina
  4. Spettacolare spiegazione adatta a chi come me ha passione ma non esperienza necessaria per valutare determinati orologi.
    Complimenti e grazie.

    RispondiElimina
  5. Ciao Stefano, complimenti!!!...la Rolex ha mai montato il bracciale Jubilee?....che ne pensi?

    RispondiElimina

Stefano Mazzariol

Cerca nel blog

Informazioni personali

La mia foto
Livorno, Tel. +393356681944, Italy
www.vintagewatches.it email : info@stefanomazzariol.it By appointment only: Largo Emanuele Filiberto di Savoia n.°7 Livorno tel.+39 0586 211453

Lettori fissi

Post più popolari

ShinyStat