Etichette

giovedì 30 luglio 2009

Rolex GMT-Master ref. 6542



Esemplare di presentazione , courtesy Darkner Imperator









Courtesy Nicolas VFR





Tra le varie discipline umane l’ingegneria aeronautica e per estensione generale il volo inteso come la sfida dell’uomo a vincere la gravità terrestre ha , fin dai suoi albori, rappresentato une delle sfide umane più complesse ed affascinanti.
Con il progredire della tecnica questa nuova disciplina ha permesso spostamenti sempre più rapidi tanto da poter avvicinare e, in un certo senso, globalizzare culture un tempo l’un l’altra ignote perché troppo distanti.
Risulta dunque ovvio come, per raggiungere tali straordinari risultati, l’uomo abbia dovuto ideare prima e migliorare poi strumentazioni sempre più complesse e sofisticate atte sia alla navigazione che a migliorare la sicurezza del volo.
Tra gli strumenti su cui gli scienziati, da sempre , hanno appuntato la massima attenzione un posto di preminenza spetta proprio agli orologi, siano essi da polso o fissi da cruscotto.
Tra i segnatempo, quindi , un posto di grande rilievo ed interesse storico è rappresentato proprio da un Rolex e, per la precisione, dal suo modello GMT o Tempo Medio di Greenwich ( Greenwich Mean Time) ch’è stato il primo , nella storia dell’orologio , a permettere la visualizzazione contemporanea di due fusi orari differenti.


Among the different human disciplines, aeronautics engineering and by default flight, i.e. man’s challenge to overcome earth's gravity has, since its dawn, represented one of the more complex and fascinating human challenges.
With the progress of technology this new discipline has allowed faster and faster travel in a way that has been able to bring closer, and to a certain extent globalize cultures that once upon a time were too far apart to know of each other.
It is obvious how, in order to achieve these extraordinary results, mankind had to first design and later improve more and more complex and sophisticated instruments suitable for both navigation and flight safety improvements.
Among the instruments that scientists have always given their closest attention to, both wristwatches and instrument panels have always been given a prominent place.
Among timepieces therefore, a special place and historical interest is represented by a Rolex, and to be precise the GMT model (Greenwich Mean Time) which was the first in the history of watches, to allow the visualization of two different time zones simultaneously.
















Come tutti ben sappiamo, per convenzione interrnazionale, il meridiano zero passa proprio sopra la città di Greenwich in Inghilterra rappresentando, in tal modo, il punto di riferimento di rimessa all’ora( naturalmente rispetto ad esso) per chiunque ed in qualsiasi punto del globo possa egli trovarsi perciò, e sempre per estensione, tale Meridiano rappresenta anche il riferimento per il calcolo della Longitudine ma questa è un’altra storia di cui avremo modo di riparlare in un altro argomento.
Con il GMT pertanto e come sempre precorrendo i tempi,Rolex ha permesso all’uomo un ulteriore e robusto passo in avanti per meglio adattarsi alle sue sempre impellenti e nuove esigenze di vita.
Ma torniamo ancora all’Aviazione ricordando come durante il 1955 la fabbrica d’ avionica americana Boeing

costrui il Boeing 707 ovvero il primo velivolo ad uso civile per trasporto passeggeri capace di autonomie intercontinentali.

As we all know well, by international convention, the prime meridian passes through Greenwich town in England, representing the reference spot for setting the time for everyone wherever he may be on the globe, therefore this meridian also represents the referral point to calculate longitude, but this is a different story of which we will talk about in a separate article. With the GMT, as usual ahead of the times, Rolex allowed mankind a further strong step forward in order to better adapt to his always compelling necessities of life. Let's go back to Aviation remembering that during 1955 the American avionics company Boeing built the Boeing 707, the first intercontinental capable aircraft for civilian passenger transport.



Cosi' tra le varie Compagnie Aeree U.S.A, la prima ad adottare questo aeroplano fu la Pan American Airways,meglio nota come Pan Am, mentre la prima rotta ad essere percorsa fu' quella che volava da New York a Londra e Parigi.
All’epoca attraversare l'Atantico in tempo breve, circa 13 ore rispetto ai diversi giorni impiegati fino ad allora dai transatlantici, era considerato non solo molto di moda ma anche di grande prestigio nonché di estrema utilità soprattutto nel mondo degli affari dunque le richieste di prenotazioni dei voli erano assai elevate.
Proprio la grande rapidità di spostamento permessa dal nuovo mezzo aereo era causa di un rapido cambio di fuso orario ( (5 o 6 ore)responsabile a sua volta per l'equipaggio,di un disturbo di ritmo circadiano meglio noto come "Jet Lag".
La sindrome da "Jet Lag"e' quello stato di lieve malessere soprattutto riguardo al ciclo sonno-veglia che accompagna ciascuno di noi dopo un lungo viaggio in modo particolare nei primi giorni dopo l'arrivo e cio', come ripetiamo , per il rapido attraversamento dei diversi fusi orari che disequilibrano il normale ritmo del sonno.
La Pan Am, per combattere un tale effetto , richiese e commissionò delle ricerche in merito ;
si rivolse , pertanto, al mondo dell’aeronautica militare i cui appartenenti erano, all’epoca , gli unici che avessero un pochino più d’esperienza in merito ai voli transcontinentali .
La risposta medica , cosi', classificò il disturbo come un malessere legato appunto al cambiamento del fuso orario che induceva tutta una serie di sintomatologie di gravità variabile e soggettiva come turbe del sonno, inappetenza,spossatezza, malessere generale, riduzione dell'efficienza psichica con possibile depressione del tono dell'umore.
Risulta pertanto di assoluta e primaria necessità cercare di rimediare al più presto ad un tale e pericoloso stato cachettico dell’organismo che inficiava in maniera robusta un lavoro già tanto pericoloso e di massima responsabilità come quello svolto dagli equipaggi ed in particolar modo dai piloti.


Among the different U.S aero companies the first one to use this aircraft was Pan American Airways better known as PanAm and the first traveled route was from New York to London and Paris. In those days crossing the Atlantic Ocean in a short time, 13 hours compared to several days up until then spent by the transatlantic ships, was considered not only very fashionable but also glamorous and above all useful in the business world therefore the demand for flight reservations was very high. The high speed of travel permitted by new aircraft was the cause of a rapid change of time zones (5-6 hours) responsible for the crew's circadian rhythm disorder better known as jet lag. Jet Lag syndrome is a slight discomfort mostly concerning the sleep-wake cycle which accompanies each one of us after a long trip in a particular way during the first few days after arrival and this, as we repeat, due to the rapid crossing of time zones which disrupts normal sleep patterns. In order to overcome such an effect PanAm requested some research into it; they turned to the military aeronautic world the members of which were at the time the only ones to have a bit more experience regarding intercontinental flights. Medical diagnosis classified the disorder as a disturbance connected to the change of the time zone that caused a series of symptoms whose seriousness varied according to the individual, such as sleep disturbance, lack of appetite, fatigue, an overall unwell feeling, decrease of mental capacity with a possible mood depression. It was therefore absolutely necessary to try to find a solution to such a dangerous cachecticus state of the body that compromised in such a strong way a job that was already very dangerous and required a maximum level of responsibility such as that performed by the crew and especially by the pilots as soon as possible.




Per rimuovere correttamente un così gravoso impedimento, la Commissione ritenne opportuno ordinare agli equipaggi adeguati e temporalmente giusti turni di riposo ma, ed inoltre, ritenne altresì che avrebbe potuto essere di loro valido aiuto anche un orologio tale da rendere immediatamente visibile l'ora di "casa"rispetto all'ora del luogo di destinazione ove si trovavano in quel momento.
Per questo motivo Pan Am chiese ed ottenne da Rolex di produrre un orologio atto alla risoluzione del problema nacque,percio', il mitico GMT grazie a questo specifico e brillante studio congiunto .

Per essere ancora più precisi ed esaustivi è necessario ricordare come coloro che lavorarono materialmente al progetto fossero, nell’ordine, , il Capt..Frederick Libby, veterano della seconda guerra mondiale e pilota Pan Am
e monsieur Rene'P Janneret,uno dei quadri piu' importanti di Rolex nonché 'ideatore e mentore della maggior parte degli orologi dedicati ai professionisti dei vari sport e di altrettanto varie discipline scientifiche.
Al medesimo, infatti, appartiene ad ogni buon diritto la paternita' degli orologi presentati a Basilea nel 1954: il Submariner dedicato ai subacquei, L'Explorer per gli uomini sportivi e il Turn-o-graph per gli uomini d'affari.
Il felice connubio , dunque, tra l’esperienza del cpt.Libby ed il genio creativo di monsieur Janneret prtarono come frutto la creazione del nuovo ed assolutamente innovativo orologio capace di indicare in contemporanea due fusi orari differenti meglio noto come GMT-MASTER ed identificato da Casa Rolex con la celebre e pristina referenza 6542.
La sua registrazione data il 21/04/1955 e fu' commercializzato immediatamente.


In order to correctly remove such a heavy impediment, the committee saw fit to impose adequate and timely rest shifts for the crew, furthermore it thought that a watch capable of immediately showing them the time at home compared to where they were at the moment could be a big help. For this purpose Pan Am asked Rolex to manufacture a watch capable to solve the problem, the legendary GMT was therefore born thanks to the brilliant joint project. To be even more precise it is necessary to mention those who worked on the project, in order: Capt. Fredrick Libby, veteran of the Second World War and Pan Am pilot, and Mr René P Jannaret, one of the most important Rolex managers as well as inventor and mentor of most watches dedicated to sports professionals and scientific disciplines. To Mr Jannaret belongs the paternity of the watches presented in Basilea in 1954: the Submariner dedicated to divers, the Explorer for the sportsman end the Turn-o-graph for businessmen. The happy union between Cpt. Libby experience and Mr Janneret creative genius led to the creation of the new and absolutely innovative watch known as the GMT-MASTER capable of showing two different time zones simultaneously and identified by Rolex with the famous reference 6542. The registration date was 21/04/1955 and it was immediately commercialized.





Ricordiamo inoltre e sempre per l’obbligo del rigore storico come il modello che suggerì i primi passi per giungere al GMT fosse proprio il Turn-o-graph con referenza 6202 con calibro 1030 che venne modificato per introdurre tanto il meccanismo della data quanto un modulo, appunto GMT, che permetteva ad una quarta lancetta di compiere un giro in 24 ore inoltre ruotando la ghiera( anch’essa completamente modificata e totalmente innovativa) rispetto al triangolo posto ad ore 12 in senso orario o antiorario ,si riusciva ad indicare l'ora di un secondo fuso orario tramite la nuova lancetta di riferimento .
Questa nuova sfera aggiuntiva poteva,inoltre, avere anche funzione di bussola infatti, orientando la lancetta delle ore verso il sole , essa indica sempre il Nord nel nostro emisfero, il Sud nell'altro emisfero.

For the requirement of the historical accuracy, we want to remember that the model which suggested the first few steps to get to the GMT was indeed the Turn-o-graph reference number 6202 with caliber 1030 which was modified in order to be able to insert the date mechanism as well as a module, GMT that allowed a fourth hand to make a complete rotation in 24 hours; furthermore by turning the bezel (completely modified and totally innovative) counter-clockwise, respect to the triangle located at 12 hour , it was able to show the time of a second time zone through the new hand. This new additional hand was also capable of functioning as a compass, in fact pointing the hour hand toward the sun, it always indicates North in our hemisphere and South in the other.



































































Il Rolex GMT ref. 6542 sebbene rimanesse in produzione per soli quattro anni fu soggetto a continue ed importanti innovazioni evolutive infatti il suo movimento base 1030 lo possiamo trovare riprodotto su di una platina con la numerazione 1030,1035, 1036, 1065 e 1066, le modifiche riguardavano principalmente lo scatto della data mentre la sua ghiera in bachelite oggigiorno appetita da molti se non da tutti i collezionisti disposti anche ad esborsi stellari, fu prodotta in due principali versioni, una di colore rosso blu che divideva i numeri mezzani 6 e 18 nell’esatta metà ,l'altra, sempre di colore rosso-blu, che lasciava ambo i numeri sul medesimo lato color rosso mentre, per i rarissimi modelli in oro 18 K., la bachelite era di un magnifico colore marrone-ambrato.


Even if the Rolex GMT ref. number 6542 stayed in production for only four years it was subjected to continuous and important evolutionary innovations in fact we can find its basic movement 1030 reproduced on a sinker with the following numeration 1030,1035,1036,1065 and 1066. Modifications concerned mainly the date click, while its bezel made of bakelite, nowadays craved by many if not all the collectors willing to pay an astronomical amount of money, was produced principally in two different versions: the first one came in a red-blue color which divided the middle numbers 6 and 18 exactly in half, the other version, also red- blue colors, left both numbers on the same red colored side; for the rare models made of 18 K gold, the bakelite appeared to be a magnificent brown-amber color.








Poiché il tempo di produzione di questa ghiera era contemporaneo ad un momento storico in cui era stata introdotta una legge che recitava ed imponeva la messa al bando di materiale con emissioni radioattive seppur blande,
la medesima poteva essere realizzata tanto con il radio quanto con il trizio materiale, quest’ultimo, nato in ottemperanza a tale disposizione, inoltre l’esecuzione grafica tanto dei suoi numeri quanto dei suoi indici era altrettanto particolare in quanto li poneva in bell’evidenza scavandoli e riempiendoli di materiale luminoso in maniera da fornire una sensazione di splendida tridimensionalita' accentuata dalla bachelite stessa ,infine, anche i quadranti, potevano essere eseguiti tanto con materiale radio quanto di trizio.

Because the production of this bezel occured at the same time as a historical moment in which a law was introduced that banned materials with even low levels of radioactive emissions, we find bezels made with both radioactive or trizium materials, which came about to comply with the law. Besides the graphical rendering, both the numbers and hour indicators were also peculiar in that they were highlighted by digging them out and filling them with luminous material to produce a splendid three dimensional sensation accentuated by the bakelite, and lastly the dials themselves were made with either radioactive material or tritium.










Stante l’estrema delicatezza della bachelite che altro non è se non una resina fenolica termoindurente ottenuta tramite la sintesi chimica di fenolo e formaldeide per cui, oltre alla tridimensionalità, conferisce un aspetto traslucido e plastico agli oggetti ha, una debolissima se non inesistente resistenza agli urti anche minimi pertanto, ed esclusivamente per questo motivo, la Rolex risolse, in tempi anche molto brevi, di sostituirla con un inserto di metallo eloxato che alcuni, tra i quali chi scrive, sono più propensi a credere trattarsi di fornitura postuma e ciò, sia ben chiaro, esclusivamente a riguardo della referenza 6542 infatti per tutte le successive e per le ragionei appena elencate il materiale prescelto, per l'inserto fu' sempre e solo quello metallico.


Due to the extremely delicate nature of bakelite which is nothing more than a thermosetting phenolic resin obtained from the chemical synthesis of phenol and formaldehyde (which besides adding a three dimensional look, gives a translucent and plastic look to objects), it is very weak and has almost no shock resistance properties. For this reason only Rolex resolved quite quickly to substitute it with an eloxated metal that some, including the author, are of the opinion that it is a posthumous addition, it should be made clear that this is only the case for the reference 6542. In fact for all successive references and for the reasons just listed the chosen material for the insert was always and exclusively the metallic one.
























































Il suo anello di tenuta e' di metallo , presumibilmente ottone nichelato , mentre è in oro per il modello 18 K.. Gli anelli dedicati alle ghiere in metallo eloxato sono in acciaio pur mantenedo un aspetto estetico simile,
hanno anche un diametro leggermente maggiore tanto da riuscire a lambire la corona di carica.
Per esaurire con maggior precisione l’argomento è necessario rilevare come alcuni esemplari di anelli in "ottone" destinati all’inserto in bachelite presentassero ad intervalli regolari delle dentellature di maggior tenuta per quest'ultima.
La corona ed il relativo tubo appartengono al gruppo 600 mentre i primissimi modelli , e più esattamete fino al 1956, avevano la corona contraddistinta dal logo esterno con il segno +(brevet).


Its holding ring is made of metal, presumably nickel plated brass, while it is gold for the 18K model. The rings dedicated to the bezels in eloxated metal are steel while still maintaining a similar esthetic aspect, have a slightly larger diameter which is just large enough to kiss the winding crown.
To most acurately and exhaustively affront the arguement it is neccessary to observe how some specimens of the “brass” rings destined to be inserted in bakelite show indentations at regular intervals to give better grip to the bakelite.
The crown and its relative tube pertain to group 600 while the first models, and more precisely up to 1956, had the crown that was distinguishable by the external logo with the + sign (brevet).






I quadranti dei 6542 per l'acciaio erano di produzione galvanica, avevano grafica in oro , posteriormente erano a forma di scodella per fissarsi perimetralmente al bordo del movimento e , nonostante il breve periodo di produzione , possiamo trovare in essi diverse tipologie di grafiche come la scritta GMT in rosso, la profondita' in rosso, gl’ indici piccoli o grandi ecc. ecc.

Dials of the 6542 regarding the steel were of galvanic production, they had a golden graphic, the rear was dish shaped so that they could be attached to the border of the movement, and despite the short time of production, we can find different kinds of graphics like the writing GMT in red, the depth in red and the small or large hour markers etc.





















Tecnicamente esiste invece una sola modifica che consiste in una bulinatura circolare nella parte inferiore del quadrante che serviva ai modelli che montavano il cal 1065 con la modifica del datario.

Technically there is only one alteration which consists in a circular engraving in the lowest part of the dial; this was helpful to the models that had the cal 1065 with a modified date wheel.






La scritta Rolex ad ore 12 era realizzata con il design tipico degli sportivi anni 50, ovvero la R e la O con lo spazio interno squadrato mentre la scritta Oyster appariva in riferimento alla sua impermeabilita' ottenuta grazie a fondello e corona a vite infine ,Perpetual si riferiva al suo movimento automatico.

The writing Rolex at 12 o’clock was made with the typical sporty design of the 50's, meaning that the R end the O had a squared internal space while the writing Oyster appeared in reference to its water resistance obtained thanks to a screw type back and crown, lastly Perpetual indicated its automatic movement.












In basso e più precisamente , sopra ad ore 6, troviamo la scritta del certificato di cronometro OCC: Officially Certified Chronometer con, ma solo per i modelli in oro(1066), l’aggiunta della specifica “ Superlative”.
La scala dei secondi era unita da un anello meglio noto come” minuteria continua” , gli indici siano essi circolari che di forma sono sempre bordati in oro.
Infine la scritta di provenienza di fabbricazione SWISS si trova nell’estremità più bassa del quadrante sotto ad ore 6.

On the lower part and more precisely, above 6 o'clock, we find the chronometer certificate writing OCC: Officially Certified Chronometer with the specific "Superlative" only for the gold models (1066).
The scale for the seconds was united by a ring better know as “continuous minute ring”. The indices whether they be round or shaped are always edged in gold.
Finally the writing containing the manufacturing origin SWISS is found on the lowermost extremity of the dial below 6 o’clock.









I quadranti dei più rari modelli in oro potevano essere di due diverse tonalità di marrone ovvero una più scura ed uno più chiara detta “melanzana”.
Le scritte non erano realizate con la stessa tecnica galvanica dedicata ai quadranti per l'acciaio, ma stampate.

The dials on the rarest gold models could be either of two different brown tones, or rather one darker and the other lighter called “eggplant”.
The writings were not created with the same galvanic technique used for the steel dials, but rather were printed.






Per il modello in acciaio le sfere ore e minuti erano le classiche Mercedes, mentre quella dei secondi poteva essere con lolly luminosa grande e di colore bianco oppure interamente in metallo,od anche con Lolly luminosa di dimensioni più piccole sempre bianca od in metallo .
La sfera GMT era realizzata con una piccola freccia all'estremità nota pertanto anche come “Freccino “ poteva,inoltre, essere tutta rossa o con la sola punta della freccia in metallo.

For the steel models the hour and minute hands were the classic Mercedes, while the second hand could be either with a large luminous Lolly in white or metal colors, or with the luminous Lolly in a smaller size still in white or metal colors. The GMT hand was made with a small arrow on the end, noted therefore as the “little arrow” and could also be either all pink or with just the tip of the arrow in metal.







Per i modelli in oro ,invece, le sfere ore e minuti avevano forma di lancia mentre quella dei secondi era priva della lolly infine lo sferino GMT poteva essere interamente in oro oppure rosso ma con la testa della freccia sempre in oro.
Il datario,definito “Roulette”, portava i numeri colorati alternativamente in rosso e nero per il modello in acciaio mentre, per il modello in oro, i numeri erano tutti neri.

For the gold models however, the hour and minute hands had a spear shape while the second hand did not have a Lolly. The small GMT hand could be completely gold or red with the head of the arrow in gold.
The date wheel, defined “Roulette”, had colored numbers alternating read and black for the steel model, while for the gold model the numbers were all black.













Il "vetro" definito da Rolex tropic 115 era il primo realizzato, per uno sportivo, con la lente d’ ingrandimento del datario nota anche come Cylops ma questo era offerto come optional.

La cassa tonneau con ampia spigolatura delle anse riporta come di consueto la matricola ad ore 6 e la referenza ad ore 12, mentre il profilo della sua carrure poteva essere satinato oppure lucido.

The “crystal” defined by the Rolex tropic 115 was the first made for a sporty wearer with the magnifying lens over the date, also known as Cyclops but this was offered as an optional feature.
The tonneau case with an ample extension of the lugs bears as usual the serial number at 6 o’clock and the reference at 12, while the profile of the case body could have either a polished or satin finish.










































































Il fondello di forma leggermente bombata per meglio accogliere il rotore dell’automatismo portava, al suo esterno, la scritta” Rolex Oyster Case” incisa circolarmente ma in modo molto leggero mentre , nel suo interno, aveva il logo Rolex, il metallo impiegato, ripetuta la referenza ed infine il suo trimestre ed anno di produzione.


The back, with a slightly dished shape to better hold the rotor of the automation, bore on the external side the writing “Rolex Oyster Case” engraved in a circle but very faint, while on the internal side it bore the Rolex logo, the type of metal used, the reference number repeated and lastly its trimester and year of production.




























A chiosa di quanto sin qui sommariamente esposto possiamo tranquillamente sottolineare come Rolex, ancora una volta, abbia saputo con estremo ingegno ed assoluta lungimiranza produrre un segnatempo che, oltre ad essere una pietra miliare nel mondo dell’orologeria, ha saputo resistere con il suo fascino inalterato di forme e colori al tempo tanto da essere, a tutt’oggi, non solo ancora prodotto ma, e soprattutto, assolutamente richiesto tanto dai collezionisti quanto da tutti coloro che desiderino esibire al polso uno straordinario connubio di storia e di tecnica.

To complete what up to here we have summarily put forth we can calmly underline how Rolex, once again, knew how with extreme ingenuity and absolute foresight to produce a timepiece that in addition to being a milestone in the world of watch making, was able to resist with its unaltered charm of shape and colors in such a way that even today is not only produced, but above all, absolutely requested by both collectors and by all those who desire to exhibit an extraordinary union of history and technology on their wrist.














































Stefano Mazzariol



















































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































Nessun commento:

Posta un commento

Stefano Mazzariol

Cerca nel blog

Informazioni personali

La mia foto
Livorno, Tel. +393356681944, Italy
www.vintagewatches.it email : info@stefanomazzariol.it By appointment only: Largo Emanuele Filiberto di Savoia n.°7 Livorno tel.+39 0586 211453

Lettori fissi

Post più popolari

ShinyStat